Il lusso dell’esperienza

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su print
Ritratto di Stefano Gegnacorsi, General Manager del Belmond Grand Hotel Timeo di Taormina
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su print

L’intervista al General Manager del Belmond Grand Hotel Timeo. 

Ci si può innamorare di un’esperienza?  La risposta è sì, se questa riesce a conservare, attraverso i ricordi, sensazioni autentiche.
E quando le emozioni sono speciali ed esclusive, diventano allora lusso. Poi, se si parla di viaggio, di turismo esperienziale in particolare, non bisogna certo collegare la parola lusso alla fastosità o allo sfarzo. Dietro il luxury travel, c’è un concetto più elaborato e complesso che tiene conto dello stato d’animo del viaggiatore e delle sue necessità, da soddisfare con una costante e meticolosa attenzione ai dettagli.
Oggi chi sceglie una vacanza di lusso, ricerca il good living, la filosofia del buon vivere. E spesso questa coincide con un’esperienza di wilderness, di connessione e di ri-connessione con la natura e la cultura di un territorio, di scoperta e ri-scoperta di sapori tipici, di benessere a 360 gradi per riappropriarsi del proprio tempo. Questo vale sia per se stessi, sia per la famiglia.
Naturalmente assodato, conseguenza dei tempi che sono, il principio della sicurezza. La constatazione dà il la ad un gradevole e puntuale tris di domande con Stefano Gegnacorsi, General Manager del Belmond Grand Hotel Timeo

Il tramonto suggestivo sul Belmond Grand Hotel Timeo di Taormina. Affacciato sulla costa orientale della Sicilia, la struttura si trova vicino al Teatro Greco.

Belmond Grand Hotel Timeo

Si trova in uno degli angoli più panoramici di Taormina, con l’Etna come sfondo e affacciato sulla costa orientale della Sicilia. L’hotel, aperto nel 1873 vicino al Teatro Greco, appartiene alla catena alberghiera di lusso Belmond. Luogo prediletto dal jet-set internazionale, nelle sue camere hanno soggiornato leggende del cinema come Audrey Hepburn, Elizabeth Taylor, Marcello Mastroianni.

Tre parole che definiscono il luxury travel e perché

Servizio e comfort, prima di tutto. Non solo sono due fattori che contraddistinguono un viaggio di lusso, ma sono anche due aspetti strettamente connessi. I servizi, in particolare, ruotano intorno all’unicità e all’esclusività: i viaggiatori luxury sono esigenti e tengono molto alla personalizzazione. Il comfort, invece, è legato all’esperienza ed è soggettivo: è connesso alle sensazioni, è il benessere che si prova all’interno di un ambiente o che viene trasmesso da una particolare atmosfera, dipende inevitabilmente dalla qualità del servizio. Oltre a queste due parole, c’è il valore della sicurezza, fondamentale soprattutto a seguito della situazione così drammatica che tutti noi abbiamo vissuto e che continuiamo ancora ad affrontare.

Precedente
Successivo

Come è cambiato il concetto di turismo di lusso negli ultimi anni? 

Oggi il lusso nel viaggio è l’esperienza con servizi dedicati, da vivere attraverso la cultura, le meraviglie naturali, il benessere, l’enogastronomia. È chiaro allora che qui siamo fortunati: la Sicilia vanta un patrimonio sconfinato e Taormina è un punto di riferimento nel luxury travel. Si avverte nel viaggiatore una maggiore propensione alla scoperta del territorio, il desiderio di entrare in sintonia con il luogo, senza rinunciare, contemporaneamente, alla sensazione, calda e accogliente, del sentirsi come a casa.
Il Timeo ha sempre tenuto conto, con attenzione e cura certosina, di questa tendenza. Da una parte attraverso la cucina, che custodisce l’essenza di un territorio: nei nostri due ristoranti, infatti, Otto Geleng e Timeo, si intraprendono, da due prospettive tanto uniche quanto tra loro differenti, veri e propri viaggi del gusto. Dall’altra parte, invece, con attività personalizzate, dai tour di Taormina e dell’Etna, alle escursioni in barca. Nella ricerca di esperienze uniche e indimenticabili c’è poi una spiccata sensibilità all’ambiente e alla sostenibilità: è vero che ogni vacanza deve essere impeccabile e senza difetti, ma diventa anche un’occasione per acquisire o rafforzare la consapevolezza che la bellezza deve essere preservata.

“La vacanza è anche un’occasione per acquisire o rafforzare la consapevolezza che la bellezza deve essere preservata”

Vivere l’esperienza allora. E nell’online?

Anche. Il viaggiatore è digitale e sempre connesso. E questo è un dato di cui l’hotellerie deve tenere conto. L’esperienza online deve essere altresì unica, indimenticabile e, per chi vuole, condivisibile. Il Belmond Grand Hotel Timeo sviluppa non a caso una comunicazione online intesa come narrazione dell’esperienza, risultato dell’unione tra comfort, servizi, sicurezza, per raccontare le tradizioni e la cultura del territorio in cui ci troviamo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *